Eternit: chi lo butta uccide le persone. E chi non lo raccoglie?

1 comments

Eternit- chi lo butta uccide le persone. E chi non lo raccoglie-

Segnalazione a Palermo

Palermo, 29 novembre 2014, Via Dell’Antilope, vicino al mercatino del biologico. L’agenda setting dell’informazione ha deciso di divulgare la notizia che a ‪Palermo‬ sono morte circa 2.000 persone a causa dell’amianto‬. I tg hanno mandato servizi con immagini e interviste che hanno prospettato crudamente una realtà tragica e agghiacciante. Intanto chi si vuole disfare di letale materiale contenente amianto, come l’eternit, lo butta facilmente per strada o nelle campagne.
Più che incivili i nuovi lanzichenecchi diffondono un male che si insinua senza dare segni immediati e puó manifestarsi senza lasciare scampo anche dopo trent’anni. Ma perché i mucchi di eternit scaricati da questi delinquenti continuano a giacere per strada? Soprattutto nelle periferie, come Villagrazia o, così come mostra la foto,a Bonagia, ecc. è facile imbattersi in cumuli sfrantumati del letale ‪eternit‬. Ma cosa si sta facendo per migliorare la situazione? ‪Leoluca Orlando‬ ha dato l’ordine di bonificare le strade della Città? E la Asp 6 e gli altri presidi della salute pubblica hanno verificato la situazione o diramato istruzioni sanitarie per la salvaguardia della salute dei cittadini?
E i vigili del fuoco, la polizia e i carabinieri che hanno indagato su chi butta eternit in giro propagando il rischio eziologico? Hanno guardato la fotogrammetria aerea della Città per vedere dove sono scomparse le coperture di eternit? Almeno hanno denunciato i responsabili della pulizia e della salute pubblica che hanno il dovere di rimuovere lastre e recipienti e non lo fanno? Insomma noi cittadini vorremmo non morire di amianto. Oltre che Dio, chi ci deve proteggere? Dobbiamo solo pagare le tasse e se ci ammaliamo sono affari nostri.

Fonte: Palermo Today

 
Share This:

Comments ( 1 )

  • Sabita says:

    Haime8 dispiace dirlo…il 50% anlemo dei siciliani non merita la terra dove viviamo…Non siamo neanche capaci di tenerci un fazzolettino usato in macchina; dobbiamo subito buttarlo fuori dal finestrino!!!Una volta si deportavano intere popolazioni.. potremmo provare a ripercorrere questa strada.Fabrizio La Carrubba

     

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *